«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

martedì 21 marzo 2017

La spada, il fioretto e un orologio sulle ventitre

Sagan sveglia la Sanremo ma Kwiatkowski è una bravissima volpe.
Difficilmente la Sanremo sarebbe uscita dal solito catenaccio della volata finale, se Peter Sagan – portatore di un look ormai perfetto per un ennesimo film sui tre moschettieri – non avesse dato di spada a metà Poggio, con un allungo che ricordava i finali dello svizzero Cancellara. In mezzo chilometro l’iridato ha infilzato tutti i velocisti come polli, mandando in malora ogni loro programma di controllo, mantenimento e picchiata verso Sanremo per giocarsi la gara. Quando è arrivato il momento della volata è salito sugli scudi l’ex iridato Kwiatkowski – vincitore della Strade Bianche – che all’affondo di spada di Sagan ha saltellato con ordine sulla pedana sanremese trovando il colpo perfetto prima dell’arrivo.
Si, perché vi è stata una puntuale spiegazione di Petacchi al microfono RAI quando ha chiesto di rivedere i tre ciclisti (il terzo era il transalpino Julian Alanphilippe) ai 250 metri dall’arrivo, spiegando di come Kwiatkowski ad un tratto alleggerisca la pedalata per perdere un paio di metri ed avere così lo spazio per riguadagnare velocità rilanciando e nel momento di massimo sforzo sapendo che poteva approfittare della scia di Sagan. Il polacco la gara non l’ha vinta sulla linea bianca ma prima, quando ha deciso di usare il ragionamento e non l’adrenalina.
Anche stavolta il Trofeo Alfredo Binda di ciclismo rosa di Cittiglio (Varese) è andato in onda ad un orario per soli appassionati: 22:50. Tra contratti RAI per le partite di Volley da una parte, Basket da un’altra, e le gare finali della Coppa del Mondo di Sci Alpino, la sintesi delle ragazze è stata nuovamente mandata in onda tardi. Nessuna replica il giorno successivo – così almeno recitava il palinsesto dei programmi del 20 marzo – e tanti saluti. La RAI da gennaio ha rinnovato la sua offerta Sport con il nuovo canale HD che ha sostituito uno dei due “vecchi” canali Sport. Due canali per avere uno fotocopia dell’altro. Avanti così, alè!

Nessun commento: