«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

domenica 29 giugno 2014

Sotto il diluvio Elena Cecchini risplende lo stesso!

Ombrelli aperti e pioggia a secchiate a Varese per il Giove Pluvio-Day. Nel finale la rappresentante delle Fiamme Azzurre affonda il colpo perfetto. “Ho copiato la Scandolara” racconterà la neo-tricolore. Parlare di Fiamme sotto l’acqua e per di più Azzurre sotto un cielo grigio scuro è un controsenso, ma questo è stato l’esito della prova tricolore elite con Elena Cecchini (che Massimiliano Lelli continua a chiamare Checchini e il perché lo sa solo lui), che vince il titolo italiano in linea. Quasi tutte le atlete più importanti sono state tra le protagoniste della gara, e sotto la pioggia spesso battente non sono mancati tentativi da parte di questa o quell’atleta. Elisa Longo Borghini (vincitrice del titolo crono) e Valentina Scandolara sembrano le più in forma, ma la Cecchini e la Ratto non perdono le loro ruote. Nel finale, affrontata l’erta conclusiva, Elena Cecchini getta il cuore oltre l’ostacolo rischiando grosso sotto la pioggia incessante, e tirando fuori le palle si butta a testa bassa nella discesa che porta al traguardo. È lo scacco matto per le avversarie che riescono solo in parte a rintuzzare l’allungo della vincitrice, che regola tutte di pochi secondi con la Scandolara, la Confalonieri, la Ratto, la Zorzi, la Longo Borghini, la Tati, la Berlato, la Muccioli e la Fiori a seguire. Nel dopo corsa la Cecchini spiega che; “La gara è stata difficile, ma la mia squadra l’ha gestita al meglio. Io sapevo che potevo giocarmi la gara in volata, dal momento che in salita ero riuscita a tenere la ruota delle migliori. Temevo la velocità della Confalonieri e della Scandolara, quindi ho cercato l’anticipo, e questa volta è finita bene. Avevo avuto qualche preoccupazione dalla Scandolara. Lei è talento puro, tenta sempre e non aspetta mai. Diciamo che nel finale ho copiato il suo modo di correre e mi è andata bene.” Da giovedì arriva il Giro. LA RAI è già in perfetta sintonia, visto che questa corsa era stata annunciata con inizio della sintesi alle 20:15, ed infatti alle 20:15 la Cecchini tagliava il traguardo. Bravi, complimenti, cominciamo bene.

Nessun commento: