«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

lunedì 24 giugno 2013

Fiorisce la Dalia! (ma cade seriamente la Longo Borghini)

Le notizie agrodolci riguardano le nostre ragazze. Elisa Longo Borghini è rimasta vittima di una caduta molto brutta negli ultimi chilometri del Campionato Italiano. A causa del manto stradale bagnato dalla pioggia, la vincitrice della prova di Cittiglio è uscita di strada in discesa per una scivolata in curva, e si è schiantata contro il guardrail. La ciclista – volata oltre la protezione – ha riportato una frattura alla cresta iliaca ed ha riportato un lungo taglio all’addome. La stagione 2013 della ventunenne si chiude in questo modo. Fino al giorno precedente c’erano ancora dubbi se avrebbe corso la prova in linea. Elisa aveva vinto l’argento nella cronometro di venerdi.
La notizia buona è che la vincitrice del titolo Nazionale femminile elite, è la più giovane vincitrice della storia, ed è una vincitrice ha sorpresa. Dalia Muccioli, (20 anni, nella foto in alto), del GS Be Pink si è imposta davanti a Giorgia Bronzini – staccata di 16” – e Rossella Ratto. La Muccioli è compagna di squadra di Noemi Cantele, che ha poi rinunciato all’ultimo momento alla gara, con rammarico, visto che queste erano le ‘sue’ strade. Altra donna in evidenza, Eva Lechner che ha vinto l’argento agli Europei di Mountain Bike (Marco Aurelio Fontana 3°). Tra i maschietti si era scritto che la BMC poteva festeggiare un grande risultato complessino e così è stato. Marco Pinotti ha vinto un altro titolo a cronometro (il sesto), dopo la vittoria in linea di Santaromita il giorno precedente. Dopo la deludente prova in linea di sabato, ancora male Moser, nemmeno nei primi 10 classificati.

Nessun commento: