«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

venerdì 11 maggio 2012

Bye, bye baby?

LE SIRENE DELL’EST DEVONO AVER RISUONATO CON FORTE CONVINZIONE, VISTO CHE LO SQUALO DELLO STRETTO DOVREBBE NUOTARE IN ACQUE STRANIERE IL PROSSIMO ANNO.
Dall’aria che tira sembra che, in vista del Tour de France, Vincenzo Nibali darà un’annuncio dedicato al suo futuro ciclistico, che sembra ormai colorato di bianco-giallo-celeste. Nessuna risposta ufficiale dell’atleta, forse perché preferisce lasciare che le notizie trapelino pian piano un po’ alla volta, così quando il ciclista siciliano tornerà dagli Stati Uniti (sta correndo il Giro di California), a forza di pezzi di notizia il suo divorzio dalla Liquigas sarà già mezzo annunciato. Che l’Astana si sia interessata a Vincenzo l’estate scorsa non è un segreto. Oltre alla disponibilità di euro però, sembra che la robusta “delegazione” italiana già presente abbia avuto la sua importanza; Giuseppe Martinelli come Team Manager, Guido Bontempi è uno dei DS, per poi ritrovare in gruppo Enrico Gasparotto, Francesco Gavazzi, Jacopo Guarnieri, Francesco Masciarelli, Simone Ponzi e Paolo Tiralongo. Non sembra una questione di denaro, visto che la Liquigas aveva messo nel piatto un paio di milioncini a stagione per un biennale. Forse più il fatto che Basso gode ancora di una primaria considerazione dai boss Liquigas, quando si tratta di sedersi ad un tavolo a gennaio e stilare il calendario degli impegni stagionali. Qualche riga per Filippo Pozzato. Come si sospettava, e forse si era anche scritto qui a suo tempo, il veneto sta ricevendo diverse proposte da alcuni Gruppi Sportivi. Non ne ha fatto segreto nel monotono angolo televisivo di Suor Alessandra. L’impressione è che il famoso contratto di un solo anno del vicentino con la Farnese di Scinto, sia stato un progetto deciso già l’anno scorso dal ciclista, per poter tagliare la corda se arrivava una proposta più danarosa senza dove pagare strascichi legali, legati a rescissioni contrattuali. Se Scinto è felice così siamo felici anche noi, e come si scrive sulle strade bellunesi quando passa il Giro; “W la fuga!”

2 commenti:

The preacher ha detto...

Soldi buttati UOMO, ha già 27 anni, e non ha dimostrato quasi nulla (i piazzamenti non mi interessano, sorry. Lo ripeto per l' ennesima volta: "ha dei limiti, migliorerà, non molto, ma migliorerà. Qualcosina farà". cit. una gola profonda che lavora nell' ambiente e che non nominerò nemmeno sotto tortura.

filippo ha detto...

con basso in fase calante, non capisco perchè la liquigas lo faccia andare via..