«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

domenica 3 aprile 2011

RAGAZZI, CHE CORSA!


IL PIU’ BEL FIANDRE DEGLI ULTIMI ANNI CONSEGNA IL BELGA NICK NUYENS ALL’ALBO D’ORO DELLA GARA. QUANDO SEMBRAVA CHE CANCELLARA ANDASSE VERSO IL BIS….
BELLA CORSA DI ALESSANDRO BALLAN.

Se Fabian Cancellara avesse vinto la corsa, avrebbe dovuto ringraziare Tom Boonen che ha fatto un’asinata senza senso, quando il suo compagno Chavanel era in fuga solitario, e l’ex iridato di Madrid ha “lanciato” la controffensiva di Cancellara.
Il Fiandre inizia veramente a 80 chilometri dal traguardo, con l’arrivo dei muri più attesi. Una vera tristezza quando la TV belga fa vedere i DS lavorare di radio, per dire ai ciclisti ….come fare i ciclisti! Sul Coppenbergh, Gilbert inzia ala prima selezione.
A 60 dalla fine i migliori sono davanti, e tutti a guardare Cancellara manco fosse Miss Svizzera. Sul Molembergh, a 50 dalla fine, i migliori sgomitano intesta, ma avanzano controllandosi. Davanti a tutti, ora solitario, Chavanel ringrazia.
Poco dopo lo stesso Chavanel facilmente avrà smesso di ringraziare per iniziare a sparare qualche bestemmia ciclistica. Boonen infatti “lancia” la controffensiva e Cancellara non aspettava altro. Si fa vedere Pozzato ma è un fuoco di paglia (molto secca ed asciutta!). Cancellara stacca il belga e l’italiano e senza diventar matto va a prendere Chavanel.
Ad un tratto, mentre Cancellara sembra avviato a finire da vincitore, e chi scrive a finire un panino, Alessandro Ballan mette davanti la sua BMC. Per l’ex iridato di Varese 2008, sarà comunque un bel Fiandre.
Arrivati sul Coppenbergh patapam!! Cancellara perde 30 secondi in 500 metri e chi scrive finisce il panino troppo presto. Urge una banana. Lo svizzero viene raggiunto. Cancellara riparte, ma le energie non sono quelle di 20 minuti prima. Sull’ultimo muro, Gilbert scatta in faccia a tutti. Da l’anima, e più di lui Ballan che non lo molla, facendo da riferimento per il rientro di Cancellara e Chavanel. Zitti e mosca, ecco rientrare anche Boonen e gli altri.
Ballan cerca di scremare il gruppo, ma non ha esito. Ci prova subito dopo Cancellara, che crea un buco insieme a Nuyens e Chavanel. Sembra che lo svizzero vada a vincere, ma nella volata – mentre Boonen fa una volata inutile ma volenterosa per rientrare a 600 metri dalla linea bianca – parte la volata per il podio. Cancellara molla a 50 dalla fine e ringrazia Nick Nuyens che intanto aveva superato Chavanel. Per Binarne Riis pare impossibile avere uno dei suoi ragazzi che vincono davanti a Cancellara. Boonen arriva al 4° posto finale, e la banana me la pappo prima di mettermi davanti al PC.

1 commento:

stribili ha detto...

E io me lo sono perso…