«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

domenica 28 settembre 2008

FANTASTICI!!!


CAMPIONE DEL MONDO!!!
Alessandro Ballan (foto sopra) è nato a Castelfranco Veneto il 6 Novembre 1979. è diventato professionista nel 2004 e corre nel GS Lampre.



BENTORNATO, LAZZARONE!
Damiano Cunego è nato a Verona il 19 Settembre del 1981. professionista dal 2002, corre nel GS Lampre.


UN RAGAZZO DI 190 CENTIMETRI CHE ESCE A SESSANTA ALL’ORA E CHE VOLA INSIEME AL VENTO VERSO IL TRAGUARDO CHE VALE UNA CARRIERA!
ALESSANDRO BALLAN CAMPIONE DEL MONDO, DAMIANO CUNEGO INCREDIBILE, BELLISSIMO SECONDO, E DI UN NIENTE ECCO UN RAGAZZINO DI 37 ANNI CHE ARRIVA A UN PASSO DAL PODIO!!
SIGNORI CHE GIORNATA, SIGNORI CHE DOMENICA, SIGNORI CHE ITALIA!!!

Una freccia azzurra che sbuca improvvisamente ed apre un vuoto incolmabile, e toglie il fiato quando la voce di Bulbarelli urla due volte “Ballaaannn!!!”. Uno scatto che brucia le speranze degli avversari ed accende la gioia di migliaia di persone che iniziano ad urlare impazzite!! Ed un ragazzo che pedala, pedala e pedala come forse mai aveva fatto prima.
Ed ancora Bulbarelli che gli grida: “Non voltarti adesso!!” e lui quasi sembra sentirlo. E mentre lui si piega sul manubrio il più possibile, mentre le gambe hanno dimenticato la fatica, mentre noi ci alziamo in piedi, ecco che quella strada scorre veloce, interminabile, lunghissima. Eccolo il triangolo rosso, eccola l’ultima curva, eccolo lo stadio!!
Alessandro Ballan Campione del Mondo! Damiano Cunego 2°, che vince un argento che un mese fa forse nemmeno lui immaginava, e Davide Rebellin che per poco non rende un trionfo totale il Mondiale italiano di Varese. Una gara che nelle prime 3 ore ammazzava dal sonno e che negli ultimi 50 chilometri è esplosa grazie a Bettini (grazie capitano!) e Cunego che pedalava che era un piacere!
Demolita la Spagna, demolito il Belgio, demolito il divano a forza di salti, e demoliti tutti i principali avversari che hanno fatto la guardia a Bettini, facendo un favore enorme a Rebellin, Ballan e Cunego. Grandissima gara dei tre moschettieri azzurri negli ultimi chilometri dando al vincitore del Fiandre 2007 l’occasione che vale una carriera. Poi il ragazzo si volta, vede il vuoto sugli altri che si riduce ma il traguardo è lì, come lì è tutta quella gente impazzita!
Alza le braccia ragazzo, e gridiamolo tutti; ALESSANDRO BALLAN CAMPIONE DEL MONDO!!!


E adesso se qualcuno vuole lasciare un suo commento, scrivete e scrivete, fino a consumare la tastiera del PC!

sabato 27 settembre 2008

GOD SAVE THE... COOKE!!!


Nicole Cooke (25 anni). Regina del ciclismo donne 2008.

TITOLO OLIMPICO E MONDIALE; NICOLE COOKE ANCORA REGINA. CON LEI UN PODIO FANTASTICO, PER IL VALORE DELLE ATLETE ARRIVATE DIETRO ALLA FORTISSIMA CAMPIONESSA GALLESE.
PER LE AZZURRE…

Pechino. Agosto 2008; Nicole Cooke Campionessa Olimpica.
Varese. Settembre 2008; Nicole Cooke Campionessa del Mondo.
Due righe in tutto. Dietro a questo, ecco una corsa che negli ultimi 20 chilometri è esplosa grazie a Marianne Vos che arriva a tre metri dalla medaglia d’oro. Al 3° posto la tedesca Arndt.
Cooke, Vos, Arndt; questo il podio femminile di Varese 2008. La gallese Cooke entra nella storia con l’accoppiata Olimpiade & Mondiale. Una vittoria costruita sulla furbizia – ha tirato quasi mai negli ultimi 10 chilometri – e sulla voglia di non mollare anche a 50 metri quando la Vos (che gara!, ma quante energie bruciate!), si preparava ad alzare le braccia al cielo.
In casa Italia tanta delusione per le italiane mai in gara, se non con la Baccaille che era entrata nella fuga di giornata. La Luperini conferma la sua ‘allergia’ iridata, la Guderzo e la Cantele mai davanti, con la ciclista della Bigla che ha perso l’attimo per la fuga del gruppetto delle atlete che si sono giocate la vittoria.
È andata male, per dirla in poche parole. Ma sempre e ancora complimenti alla grande Nicole Cooke; per lei la maglia iridata è un’abitudine.

mercoledì 24 settembre 2008

Sta tornando!



"Le gare mi mancavano" Lance Armstrong; mercoledi 24 settembre 2008.

Mentre ai Mondiali una conoscenza del giro-donne diventa Campionessa del Mondo a cronometro - Amber Neben è arrivata seconda al Giro 2008 - la notizia del giorno è la conferma del ritorno dello Space Cow-Boy.
Per il momento si parla di un ritorno improntato a scopi promozionali. Chiaro che se qualcuno ci crede, me lo faccia sapere.
Mister Tour torna in sella. Contador pagherà da bere per la felicità?

martedì 23 settembre 2008

CAMPIONE DEL MONDO!!!


Adriano Malori (20 anni) sfreccia a Varese 2008. La prima medaglia fa risuonare l'Inno di Mameli!

DOPO L’INIZIO DA DIMENTICARE, L’ITALIA SI PRENDE UNA RIVINCITA; E CHE RIVINCITA!!

Adriano Malori Campione del Mondo a cronometro Under 23; dopo la brutta notizia – che potete leggere nel post appena sotto – ecco un’oro bello come il sole. Nato a Parma il 28 gennaio del 1988, il rappresentante della Filmop – Sorelle Ramonda toglie alla FCI il pensiero su chi avrebbe portato in dote la prima medaglia. Non ci poteva essere inizio migliore per l’Italia delle due ruote a pedali.
Non ci sono speranze di medaglia per la prova a cronometro femminile di domani. A meno che non ci scappi la sorpresa clamorosa. Ma dovrebbe essere proprio grossa!
Per ora godiamoci questo oro. Sperando che non sia il primo e l’ultimo.
Alla prossima.

PS:Ultim'ora; a quanto pare il Giro 2009 partirà da Venezia.

domenica 21 settembre 2008

Vuelta; Contador Re di Spagna!!


Alberto Contador (GS Astana); la Spagna ha trovato l'erede di Indurain.

EDDY MERCKX, JAQUES ANQUETIL, FELICE GIMONDI, BERNARD HINAULT… ED ALBERTO CONTADOR. GIRO, TOUR, OLIMPIADI E VUELTA 2008; ANCORA, DI NUOVO E SEMPRE “VAMOS ESPANA!!”

Luglio 2007; Alberto Velasco Contador vince il Giro di Francia. Maggio 2008; Alberto Velasco Contador vince il Giro d’Italia. Settembre 2008; Alberto Velasco Contador vince il Giro di Spagna..
Nato a Madrid nel dicembre del 1982, passa professionista nel 2003 con la statunitense Discovery Channel. Dopo aver rischiato la vita pochi anni addietro, e salvato da una complicata operazione chirurgica, Nel 2007 la prima, vera, grande occasione della carriera. La possibilità di vincere il Tour; centro! Nel maggio di quest’anno corre per la prima volta il Giro d’Italia. Vince il Giro, non avendo mai visto le salite delle montagne italiane, e diventa pure simpatico ai tifosi italiani non solo per quello che aveva tribolato tempo prima, ma anche grazie al sorriso dei suoi 25 anni, che Alessandra De Stefano ci propone quasi tutti i giorni alla TV per 3 settimane. Settembre; l’arrivo di Madrid diventa una passerella d’applausi per il ciclista che entra nel Club dei 5; Giro, Tour e Vuelta, per Contador, Merckx, Gimondi, Anquetil e Hinault.
Credo che pochi ciclisti negli ultimi 20 anni, abbiamo saputo sfruttare in maniera così eccezionale, le occasioni che capitavano. Nell’inverno tra il 2006 ed il 2007, i dirigenti dell’allora ancora esistente Discovery Channel, parlavano di questo ragazzo madrileno, che aveva tutto quel che serviva per diventare uno dei grandi, nelle prossime 7 od 8 stagioni per le gare a tappe. Due anni dopo, e a 25 anni d’età, a ‘sto ragazzo manca solo il mondiale.
Sorridi ragazzo, sorridi! (che se vai un po’ più piano, gli italiani ringrazieranno…)
Una cortesia che vorrei far arrivare agli spagnoli. Se per quest’anno potessero lasciarci vincere qualcosina a Varese, sarebbe cosa gradita.

PS: incredibile ma vero, a breve un resoconto – spero completo, o quasi – sul Giro di Polonia. Ma mi sa tanto che sarà un reportage un po’ particolare…

venerdì 5 settembre 2008

"Jampy" Corso; stagione finita! Ma...


Gianpietro Corso (foto) alza bandiera bianca ma solo per qualche mese...

UN DANNATO NERVO INFIAMMATO, E LA STAGIONE 2008 CHE SI CHIUDE.
HO INCONTRATO IN ESCLUSIVA “JP” CORSO, DOPO LA NOTIZIA CHE LA STAGIONE PER LUI SI CONCLUDE IN ANTICIPO. SENTIAMO COSA CI HA RACCONTATO UNO DEI GRANDI EROI DELLO SPORT MONDIALE, IN QUESTO DIFFICILE MOMENTO.
IL CAMPIONE NON LE MANDA A DIRE: “TRANQUILLI. APPENA IN SELLA, SARAN DOLORI… PER GLI ALTRI!”

“Qua nisuni vien a katarme… ghe mande ‘na meil e ghe dighe: “Oh bastardi!..nisuni che se fa vivo?...”
Mi accoglie così Gianpietro, quando vado a trovarlo a casa, durante i giorni in cui la bici deve riposare forzatamente per una infiammazione al nervo sciatico (di lui, non della bici…). Per fortuna c’è il tesoro di casa – il piccolo Roberto – a tenere papà in allenamento…
“No pose far an c***o! Dové farme portar le legne pa stinverno, ma in ste condizion fae che?...”
Il pensiero va alla stagione che con grande anticipo si deve chiudere per forza. Ma il più grande eroe della storia d’Italia promette che il prossimo anno i tifosi si spelleranno le mani per lui, dagli applausi che il nostro atleta vuole tornare a guadagnarsi.
“Con lo staff medico della PST, ho iniziato a darmi da fare per questa infiammazione che mi ha fatto chiudere… Cleo! Statu bona, c***o!?... dicevo che ora inizierò a indirizzare le terapie adatte alla guarigione, ma comunque sono rassegnato. La mia stagione 2008 è già finita.”
Così, mentre Cleo, Mister Cip e il Ghiro – che ancora non ha un nome – gironzolano dentro e fuori casa, Gianpietro si adatta al periodo di riposo.
“È stato un 2008 pesante. Con questo nervo che mi fa venire il nervoso, è snervante.” Il buon umore non manca a Gianpietro. I tifosi stiano tranquilli; dentro l’atleta il fuoco della passione è sempre ben vivo. E anche se le “stele” non sono ancora giunte in quel di Sanzan, non c’è niente di meglio della voglia di riscatto per tenere caldo l’animo del campione.
“La mia voglia di riscatto, il calore dei tifosi, ed i nuovi obiettivi del G.C. PST per il prossimo anno saranno lo stimolo migliore. Il comante sta lavorando a un 2009 che, con un po’ di fortuna, sarà fantastico! State tranquilli. Appena in sella, saran dolori… per gli altri!”