«Non ho mai potuto fare il dirigente sportivo perché nel nostro Paese la competenza nello sport è un elemento di destabilizzazione». Pietro Paolo Mennea.

domenica 28 settembre 2008

FANTASTICI!!!


CAMPIONE DEL MONDO!!!
Alessandro Ballan (foto sopra) è nato a Castelfranco Veneto il 6 Novembre 1979. è diventato professionista nel 2004 e corre nel GS Lampre.



BENTORNATO, LAZZARONE!
Damiano Cunego è nato a Verona il 19 Settembre del 1981. professionista dal 2002, corre nel GS Lampre.


UN RAGAZZO DI 190 CENTIMETRI CHE ESCE A SESSANTA ALL’ORA E CHE VOLA INSIEME AL VENTO VERSO IL TRAGUARDO CHE VALE UNA CARRIERA!
ALESSANDRO BALLAN CAMPIONE DEL MONDO, DAMIANO CUNEGO INCREDIBILE, BELLISSIMO SECONDO, E DI UN NIENTE ECCO UN RAGAZZINO DI 37 ANNI CHE ARRIVA A UN PASSO DAL PODIO!!
SIGNORI CHE GIORNATA, SIGNORI CHE DOMENICA, SIGNORI CHE ITALIA!!!

Una freccia azzurra che sbuca improvvisamente ed apre un vuoto incolmabile, e toglie il fiato quando la voce di Bulbarelli urla due volte “Ballaaannn!!!”. Uno scatto che brucia le speranze degli avversari ed accende la gioia di migliaia di persone che iniziano ad urlare impazzite!! Ed un ragazzo che pedala, pedala e pedala come forse mai aveva fatto prima.
Ed ancora Bulbarelli che gli grida: “Non voltarti adesso!!” e lui quasi sembra sentirlo. E mentre lui si piega sul manubrio il più possibile, mentre le gambe hanno dimenticato la fatica, mentre noi ci alziamo in piedi, ecco che quella strada scorre veloce, interminabile, lunghissima. Eccolo il triangolo rosso, eccola l’ultima curva, eccolo lo stadio!!
Alessandro Ballan Campione del Mondo! Damiano Cunego 2°, che vince un argento che un mese fa forse nemmeno lui immaginava, e Davide Rebellin che per poco non rende un trionfo totale il Mondiale italiano di Varese. Una gara che nelle prime 3 ore ammazzava dal sonno e che negli ultimi 50 chilometri è esplosa grazie a Bettini (grazie capitano!) e Cunego che pedalava che era un piacere!
Demolita la Spagna, demolito il Belgio, demolito il divano a forza di salti, e demoliti tutti i principali avversari che hanno fatto la guardia a Bettini, facendo un favore enorme a Rebellin, Ballan e Cunego. Grandissima gara dei tre moschettieri azzurri negli ultimi chilometri dando al vincitore del Fiandre 2007 l’occasione che vale una carriera. Poi il ragazzo si volta, vede il vuoto sugli altri che si riduce ma il traguardo è lì, come lì è tutta quella gente impazzita!
Alza le braccia ragazzo, e gridiamolo tutti; ALESSANDRO BALLAN CAMPIONE DEL MONDO!!!


E adesso se qualcuno vuole lasciare un suo commento, scrivete e scrivete, fino a consumare la tastiera del PC!

venerdì 5 settembre 2008

"Jampy" Corso; stagione finita! Ma...


Gianpietro Corso (foto) alza bandiera bianca ma solo per qualche mese...

UN DANNATO NERVO INFIAMMATO, E LA STAGIONE 2008 CHE SI CHIUDE.
HO INCONTRATO IN ESCLUSIVA “JP” CORSO, DOPO LA NOTIZIA CHE LA STAGIONE PER LUI SI CONCLUDE IN ANTICIPO. SENTIAMO COSA CI HA RACCONTATO UNO DEI GRANDI EROI DELLO SPORT MONDIALE, IN QUESTO DIFFICILE MOMENTO.
IL CAMPIONE NON LE MANDA A DIRE: “TRANQUILLI. APPENA IN SELLA, SARAN DOLORI… PER GLI ALTRI!”

“Qua nisuni vien a katarme… ghe mande ‘na meil e ghe dighe: “Oh bastardi!..nisuni che se fa vivo?...”
Mi accoglie così Gianpietro, quando vado a trovarlo a casa, durante i giorni in cui la bici deve riposare forzatamente per una infiammazione al nervo sciatico (di lui, non della bici…). Per fortuna c’è il tesoro di casa – il piccolo Roberto – a tenere papà in allenamento…
“No pose far an c***o! Dové farme portar le legne pa stinverno, ma in ste condizion fae che?...”
Il pensiero va alla stagione che con grande anticipo si deve chiudere per forza. Ma il più grande eroe della storia d’Italia promette che il prossimo anno i tifosi si spelleranno le mani per lui, dagli applausi che il nostro atleta vuole tornare a guadagnarsi.
“Con lo staff medico della PST, ho iniziato a darmi da fare per questa infiammazione che mi ha fatto chiudere… Cleo! Statu bona, c***o!?... dicevo che ora inizierò a indirizzare le terapie adatte alla guarigione, ma comunque sono rassegnato. La mia stagione 2008 è già finita.”
Così, mentre Cleo, Mister Cip e il Ghiro – che ancora non ha un nome – gironzolano dentro e fuori casa, Gianpietro si adatta al periodo di riposo.
“È stato un 2008 pesante. Con questo nervo che mi fa venire il nervoso, è snervante.” Il buon umore non manca a Gianpietro. I tifosi stiano tranquilli; dentro l’atleta il fuoco della passione è sempre ben vivo. E anche se le “stele” non sono ancora giunte in quel di Sanzan, non c’è niente di meglio della voglia di riscatto per tenere caldo l’animo del campione.
“La mia voglia di riscatto, il calore dei tifosi, ed i nuovi obiettivi del G.C. PST per il prossimo anno saranno lo stimolo migliore. Il comante sta lavorando a un 2009 che, con un po’ di fortuna, sarà fantastico! State tranquilli. Appena in sella, saran dolori… per gli altri!”